Crociati

Mister Apolloni e i maledetti rigori:”Arrabbiato per un’eliminazione che mi brucia. Con il Romagna Centro serve determinazione, lucidità e umiltà”

Collecchio, 31 Ottobre 2015 – A scanso di equivoci mister Luigi Apolloni, durante la conferenza stampa della vigilia dell’impegno di campionato allo stadio Ennio Tardini con il Romagna Centro, è tornato sull’eliminazione dalla Coppa Italia di giovedì scorso:

“Sono incavolato perché non mi piace mai perdere e perché siamo usciti dalla competizione. E mi brucia parecchio aver perso i rigori, anche perché io ai rigori avevo perso anche un Mondiale”. Chiusa la dolorosa parentesi massima concentrazione sul campionato: “L’importante è avere sempre l’atteggiamento giusto e fare la prestazione. Il risultato, poi, è una conseguenza della prestazione. Chiaramente, ci sono anche gli avversari con il loro orgoglio e la loro organizzazione. Io, ai miei giocatori, dico sempre che devono avere sempre gli stessi concetti degli altri: se noi corriamo quanto corrono loro, se noi siamo determinati quanto sono determinati loro, se siamo cattivi agonisticamente quanto lo sono loro, se queste caratteristiche sono pari alle loro poi la nostra qualità emerge. Questo è accaduto spesso, ma qualche volta è mancato: non per superficialità o per poca umiltà, ma perché ci sono anche le squadre avversarie che attraverso le loro giocate e le loro individualità possono creare problemi. Essere in difficoltà ci può stare: non ci sta perdere la lucidità e soprattutto l’umiltà”.

 

 

.