Crociati

“La storia non si cancella”: il popolo crociato ha applaudito i suoi trofei

Parma, 18 Ottobre 2015 – Come esplicitamente richiesto dalla tifoseria crociata, oggi pomeriggio, nell’intervallo di Parma-Forlì, sono state esposte al pubblico sugli spalti del Tardini le otto Coppe – già di appartenenza della società sportiva Parma F.C. – che il Parma Calcio 1913 si è aggiudicato lunedì scorso all’asta indetta dalla Curatela Fallimentare.

La suggestiva cerimonia è consistita nel l’ideale passaggio di consegne da chi quei trofei li aveva conquistati (l’attuale presidente Nevio Scala, allenatore del grande Parma  degli anni Novanta) alle nostre future speranze, cioè i ragazzi del nostro vivaio, sperando che possano ripercorrerne le gesta.

Fausto Pizzi, che è la loro guida, quale responsabile del Settore Giovanile, li ha preceduti sostenendo la Coppa delle Coppe 1993 da lui vinta, assieme agli altri compagni, tra cui l’attuale capo dell’area tecnica Lorenzo Minotti e l’allenatore Luigi Apolloni, nella storica finale di Wembley.

Tutti gli altri trofei, in sequenza, sono stati portati dai rappresentanti delle sei formazioni giovanili del Parma e della squadra femminile, che hanno indossato,  per l’occasione, le maglie originali di quelle partite, gentilmente messe a disposizione dai collezionisti Francesco Frignani e Michele Galli.

Nella Curva Nord gli striscioni dei Boys Parma 1977 hanno ricordato le otto date in cui le Coppe sono state alzate al cielo dalla nostra squadra, con la frase:”La storia non si cancella”.

Questi otto trofei troveranno presto la loro definitiva dimora nel Museo permanente della Storia Crociata allo stadio Ennio Tardini, supportato dai tifosi: ieri è stato superato l’obiettivo di 150.000 Euro della campagna #weareparma. A tutti i crociati, grazie per il sostegno !!!

Leave a Reply