Crociati

Il Parma Calcio 1913 con ‘Parma facciamo squadra’ a favore dei parmigiani che rischiano la povertà. I giocatori crociati direttamente coinvolti

Parma, 3 Novembre 2015 – Per quella Parma che rischia la povertà, anche il Parma Calcio 1913 ha deciso di scendere in campo facendo squadra con chi si sta impegnando nel ridare speranza e nell’aiuto alle persone a costruire un progetto di vita.

Domenica allo stadio Ennio Tardini lo abbiamo fatto indossando le t shirt di questa speciale formazione e portando i salvadanai di ogni esigenza (“Per intraprendere un nuovo lavoro”, “Per ripartire dopo una malattia”, “Per evitare lo sfratto”, “Per gli studi dei propri figli”).

Oggi pomeriggio, sempre al Tardini, in sala stampa, sono stati illustrati i dettagli della nostra adesione e partecipazione al progetto, che si focalizzerà soprattutto sulla realizzazione di uno spot solidale con protagonisti i giocatori crociati.

Alla presentazione, per Parma Calcio 1913, sono intervenuti il presidente Nevio Scala, il consigliere delegato Luca Carra, il responsabile dell’area tecnica Lorenzo Minotti e capitan Alessandro Lucarelli.

Nevio Scala:”Era un dovere essere a fianco di questo progetto, per quanto rappresentiamo in questa città”.

Lorenzo Minotti:”Per noi è l’ennesima opportunità per legarci con un doppio filo a questo territorio, perché non c’è solo l’aspetto sportivo. Serve anche ai nostri ragazzi per creare un autentico senso d’appartenenza. Da questa città riceviamo tanto, dobbiamo ritornarle quanto ci dá. Abbiamo lasciato loro massima libertà per scegliere le modalità di partecipare”.

Alessandro Lucarelli:”Abbiamo dato subito la nostra disponibilità per una città che a noi é sempre vicina. Ne abbiamo parlato nello spogliatoio. Saremo a disposizione per esserne testimoni con uno spot”.

Luca Carra:”Essere partecipi a iniziative di solidarietà é una nostra direttiva”.

Luigi Amore e Arnaldo Conforti, rispettivamente segretario generale Fondazione Cariparma e direttore Forum Solidarietà, hanno spiegato le peculiarità della terza edizione di ‘Parma facciamo squadra’, che rinnova l’effetto moltiplicatore delle donazioni di ogni singola persona: per ogni Euro donato da ogni privato cittadino, Barilla, Chiesi Farmaceutici e Fondazione Cariparma ne aggiungono 3 fino ad un massimo di € 50.000 ciascuno.

‘Parma Facciamo Squadra’, quest’anno, si propone l’obiettivo di raccogliere fondi per offrire queste opportunità. Sarà infatti costituito un fondo di garanzia per l’erogazione di prestiti finalizzati all’attivazione di progetti di microimprenditorialità e sussidiarietà per situazioni reddituali a rischio default.

La ricaduta sociale dell’intervento si sintetizza in un’azione di sostegno all’avvio di piccole attività imprenditoriali, alla formazione e allo studio e al reinserimento lavorativo e sociale in caso di malattia o eventi invalidanti dal punto di vista fisico e/o morale e in un’azione di prevenzione del rischio di usura, lavoro nero, gioco d’azzardo e rischio di sfratto.

Tutte le info sul sito www.parmafacciamosquadra.it